Blog PCDUE - PCDUE Assistenza PC e Notebook a Milano dal 2001

Supporto Tecnico PCDUE

ASSISTENZA PC PER IL TUO BUSINESS

MICROSOFT PARTNER PCDUE
PCDUE-TELEFONO
LUN/VEN 08.00-18.00
VIA CUSIO, 5 20159 MI
SOLO SU APPUNTAMENTO
ASSISTENZA PC
Vai ai contenuti

La mia casa è il mio castello: Tecnologie di sicurezza per la vostra dimora

PCDUE Assistenza PC e Notebook a Milano dal 2001
Pubblicato da in Security · 8 Agosto 2019
Tags: IDCCASAINTELLIGENTEIOTDOMOTICAINTERNETDELLECOSE
Sistemi di sicurezza fai da te

Gli analisti prevedono che nei prossimi anni sempre più persone installeranno i propri sistemi di sicurezza e monitoreranno le proprie case senza assistenza professionale. Il mercato offre già numerosi sistemi che non richiedono conoscenze e competenze particolari per l’installazione o la messa in funzione. I risparmi sull’installazione e per non doversi connettere ad un servizio di sicurezza centralizzato sono notevoli, ed è per questo che tali sistemi sono molto richiesti. Tuttavia, se si sta pensando di acquistare un sistema fai da te, vale la pena ricordare alcuni degli inconvenienti che inevitabilmente dovrete affrontare.

In primo luogo, l’allarme può attivarsi in qualsiasi momento, indipendentemente dall’ora. Immaginate che state dormendo a casa di un vostro amico o di essere in vacanza al mare, e improvvisamente ricevete un messaggio dal sistema di sicurezza. Cosa fate? Guardate il filmato della telecamera nel cuore della notte per vedere se l’allarme ha commesso qualche errore? Ignorate il messaggio? Rimandate al giorno dopo? E se la vostra casa fosse davvero stata svaligiata?

In secondo luogo, i potenziali problemi di comunicazione possono incombere in qualsiasi momento. Immaginate se la batteria del vostro telefono decidesse di morire nel momento sbagliato, o di rimanere senza copertura nel bel mezzo del nulla; E in questo preciso momento, i ladri irrompono in casa vostra. Il sistema di sicurezza cerca di avvisarvi, ma non siete disponibili e il messaggio non arriva. Certo, può sembrare improbabile, ma non impossibile.

In terzo luogo, se si assume la piena responsabilità per la protezione della casa, allora nessuno tranne voi sarà lì per tenere d’occhio la sicurezza del sistema stesso. E qualsiasi tecnologia, anche legata alla sicurezza, è soggetta a vulnerabilità che possono essere sfruttate dai criminali.

Per esempio, nel 2017, il ricercatore Ilia Schnaidman scoprì dei bug nel sistema fai-da-te iSmartAlarm che permisero ad un intruso di prendere il controllo di qualsiasi sistema di allarme e accenderlo e spegnerlo a proprio piacimento. Inoltre, recentemente, gli esperti di Kaspersky hanno hackerato una smart home Fibaro, riuscendo non solo a disattivare il sistema di sicurezza e le telecamere di sorveglianza, ma anche ad aprire a distanza la porta d’ingresso, che era dotata di una serratura intelligente.

L’esercito dei dispositivi intelligenti?

Componenti Smart home non collegati ai sistemi di sicurezza vi permettono anche di tenere d’occhio le cose a casa. Per esempio, un campanello intelligente può essere usato per vedere e parlare con gli ospiti, anche se siete dall’altra parte del mondo.

E se sono chi dicono di essere, può essere inviato un comando alla serratura intelligente per farli entrare. La porta può essere impostata per aprire automaticamente ad alcune persone come per esempio un addetto alle pulizie che conoscete e di cui vi fidate. Una serratura intelligente vi permette anche di controllare prima di tutto se vi siete davvero ricordati di chiudere la porta.

Le luci intelligenti possono accendersi bruscamente quando qualcuno vaga nel vostro giardino mentre siete fuori. A volte basta per spaventare i ladri dilettanti. Inoltre, molti produttori di sistemi offrono una modalità di illuminazione “andate via”, in base alla quale le luci intelligenti simulano la vostra presenza accendendosi e spegnendosi in determinati momenti.

Ma come tutte le tecnologie relativamente nuove, i dispositivi intelligenti sono vulnerabili. Possono essere hackerati e usati contro di voi. E più l’attrezzatura è complessa, più è probabile che inizi a presentare degli errori senza una ragione apparente.

Aggiungere un po’ d’intelligenza

Un’altra tendenza nel campo della sicurezza domestica è l’intelligenza artificiale (IA). A differenza dei dispositivi smart convenzionali, i sistemi IA sono in grado di imparare e adattarsi. Nelle tecnologie di sicurezza, sono pronti a distinguere le minacce reali da quelle immaginarie, come per esempio un ladro che irrompe in casa e il vostro bambino che si arrampica su una finestra. Di conseguenza, l’allarme grida “al lupo!” meno spesso, in modo che gli utenti e il personale di sicurezza siano più reattivi quando si spegne.
Per raggiungere questo obiettivo, gli sviluppatori utilizzano una serie di tecnologie. Il riconoscimento facciale consente al sistema di dare il via libera ai residenti e agli ospiti abituali, come amici e parenti. Nel frattempo, il geo-fence rileva quando per esempio, qualcuno si avvicina troppo all’edificio o rimane troppo a lungo vicino al cancello.

Certo, la precisione delle decisioni IA deve ancora essere perfezionata. Per non parlare del fatto che il cervello elettronico, come quello umano, può essere ingannato. Quindi è ancora troppo presto per togliere agli umani il compito di monitorare i sistemi di sicurezza.

Guardie del corpo robot

La maggior parte dei sistemi e dei dispositivi sopra descritti (intelligenti o meno) sono fissi e non possono circolare liberamente, il che significa che teoricamente hanno punti ciechi. Da questo punto di vista, per così dire, i laboratori Sunflower presentarono un progetto interessante.

Sono state installate lungo il perimetro della zona lampade da giardino dotate di microfoni e sensori di movimento/vibrazione. Quando notano qualcosa che considerano sospetto, avvertono il proprietario di casa, che usa un app mobile per lanciare un drone con una telecamera. Il drone traccia automaticamente una rotta verso il “luogo del problema” e trasmette il video in tempo reale dalla telecamera al proprietario. Dopo aver completato il suo tour, ritorna alla base per ricaricarsi, e da lì carica i dati al cloud.

Vengono in mente diverse domande: Il drone può operare in condizioni meteorologiche avverse? Un aggressore può abbatterlo? Se sì, in che modo il sistema proteggerebbe l’utente? Quanto è facile dirottare il drone? Il punto di vista più ampio, tuttavia, è che gli sviluppatori stanno cercando nuovi modi per rendere la sicurezza domestica più facile da usare e affidabile.

Il punto più importante è, comunque, che gli sviluppatori stanno cercando nuovi modi di rendere la sicurezza domestica più facile da usare e affidabile.

Desiderio di autonomia

Come potete vedere, i sistemi di sicurezza e le altre tecnologie di protezione della casa stanno diventando più flessibili, autonome e accessibili. Non può che essere una cosa positiva. In futuro, più persone saranno in grado di monitorare la sicurezza delle loro case in tempo reale e rispondere rapidamente alle emergenze.

D’altro canto, la transizione verso sistemi di sicurezza indipendenti e soluzioni intelligenti richiederà una maggiore conoscenza della sicurezza dell’informazione da parte degli utenti. Per evitare che il vostro sistema di sicurezza diventi un’arma nelle mani di un intruso, dovreste almeno essere al corrente delle vulnerabilità e installare prontamente tutti gli aggiornamenti.




Nessun commento

Logo-PCDUE
PCDUE Assistenza IT
Tel. ‭0280012116
P.I. 08966930961
Marchi e Loghi dei rispettivi proprietari.
        PARTNER         

  • MICROSOFT
  • LENOVO
  • SOPHOS
  • SYNOLOGY
  • F-SECURE
  • ZYXEL
  • BACKBLAZE
              SERVIZI              

  • ASSISTENZA PC
  • SERVER
  • CYBERSECURITY
  • NOLEGGIO PC
  • RIMOZIONE VIRUS
  • RECUPERO DATI
  • GDPR
Torna ai contenuti